Biblioteca digitale Lombarda

La Biblioteca Digitale Lombarda (BDL), sviluppata dal 2008 in avanti, raccoglie documenti digitali pubblicamente accessibili, realizzati nell'ambito di più progetti promossi e sostenuti da Regione Lombardia con l'obiettivo di diffondere la conoscenza e accrescere significativamente la fruizione delle collezioni documentarie di rilevante valore storico - artistico presenti presso istituti culturali lombardi.


Nella fase di avvio (2009 - 2012) che ha visto la collaborazione di un piccolo gruppo di biblioteche lombarde, sono stati realizzati alcuni progetti di carattere sperimentale che hanno consentito di valutare attentamente le implicazioni di carattere tecnico e organizzativo degli interventi di digitalizzazione ("progetti pilota" in collaborazione con l'Università degli studi di Pavia Dipartimento di Scienze storiche e geografiche "C. M. Cipolla", cui si sono poi aggiunti otto interventi finanziati negli anni 2011 e 2012 ai sensi della l.r. 81/85).

Con il progetto "Digital Library: digitalizzazione e disponibilità in linea di documentazione scientifica e formativa" attuato negli anni 2013 - 2015, finanziato attraverso risorse del Fondo Sociale Europeo 2007/2013, la Biblioteca digitale ha acquisito una nuova dimensione grazie alla pubblicazione di oltre 10.000 documenti integralmente digitalizzati di diverse tipologie (manoscritti, edizioni antiche, libri moderni, libretti per musica, periodici storici, cartografia), accessibili via web tramite un servizio dedicato. L'intervento ha coinvolto dieci istituti culturali lombardi. Sono state prodotte oltre 2 milioni di pagine digitalizzate appartenenti a documenti e fondi di particolare rilievo per rarità, pregio e importanza ai fini della ricerca storica, tenuto conto anche della necessità di selezionare documenti liberi da vincoli di diritti esistenti. Il 28 ottobre 2015 sono stati presentati pubblicamente - presso la sede regionale - i risultati del progetto.

All’interno della fiera internazionale dell’editoria svoltasi a Milano con il titolo Tempo di libri (19 – 23 aprile 2017), nell’ambito dello stand regionale è stato proiettato un filmato che contiene immagini tratte dalle digitalizzazioni prodotte e pubblicate nella BDL .

Nell’autunno 2018 è stata avviata la realizzazione di un secondo notevole progetto finanziato mediante risorse del Fondo Sociale Europeo 2014/2020 "Digitalizzazione di patrimoni culturali - Lotto 1: Sviluppo e arricchimento della Biblioteca Digitale Lombarda", che rappresenta l'indispensabile sviluppo della Digital Library in senso sia quantitativo che qualitativo. L'ampliamento significativo delle risorse informative digitali e lo sviluppo dei servizi di accesso all'informazione e di fruizione web a disposizione dell'utenza sono gli obiettivi della nuova iniziativa. L'attività di riproduzione digitale si estenderà anche a musica a stampa, manoscritti, collezioni di beni naturalistici e beni storico-artistici: erbari, fotografie, stampe, disegni e dipinti, e coinvolgerà venti istituti culturali lombardi (biblioteche, archivi e musei).
Le attività sono state avviate nel dicembre 2018 la conclusione è prevista nella primavera 2021.

Il 15 settembre 2020, nell’ambito del Convegno Biblioteche e sviluppo sostenibile. Azioni, strategie, indicatori, impatto presso la Fondazione Stelline Milano, si è svolta l’iniziativa La Biblioteca digitale lombarda: esperienze di lavoro, collezioni digitalizzate, linee di sviluppo del servizi. Dopo gli interventi introduttivi di Laura Ciancio (ICCU Area per lo sviluppo della digitalizzazione) e Claudio Gamba (Regione Lombardia), hanno preso la parola bibliotecari e tecnici che hanno presentato più esperienze di lavoro, diverse fra loro per ambiti disciplinari e modalità organizzative, e hanno illustrato le procedure dell’applicativo BDL e le varie fasi di lavoro presso i cantieri di digitalizzazione. Qui di seguito sono pubblicati i materiali degli interventi.

29.9.2020